Sottotitolo

..basta un pizzico di simpatia, un etto di entusiasmo, un quintale di autoironia e tanto, tanto, ma tanto Amore!

giovedì 5 giugno 2014

"Involtini di cavolo verza con carpaccio di vitello, speck e scamorza"

Inizio con il dire che il cavolo verza l'ho comprato solo ed esclusivamente perché sono stata rapita dal suo aspetto bucolico.
Proseguo con il dire che il cavolo verza non lo uso quasi mai perché  "puzza"quando vengono bollite le foglie, nonostante il bicchierino di aceto di accompagnamento!
Finisco con il dire che la ricetta che ho fatto in 30 minuti circa è stata letteralmente divorata e che perciò ricomprerò il cavolo verza!

Ingredienti
1 cavolo verza
6 fettine di carpaccio di vitello
Olio evo
Una noce di burro
Peperoncino
Scamorza affumicata q.b
Speck q.b

Pulite il cavolo verza togliendo le foglie più esterne e lessate le centrali per 5/7 minuti, cercate di mantenerle integre. Fatele asciugare su carta assorbente e raffreddare.
Stendete una foglia su un tagliere da lavoro, tagliate il gambo duro, mettete sopra la fettina di carpaccio, una fettina di speck e qualche pezzetto di scamorza affumicata. Chiudete ad involtino e bloccate con degli stuzzicadenti ricordandovi di toglierli al momento del servizio.
Accendete sul fuoco una padella con dell'olio evo, uno spicchio di aglio, una noce di burro e un pizzico di peperoncino in polvere.
Quando inizia a sfrigolare l'aglio toglietelo e adagiate all'interno gli involtini. Lasciateli rosolare a fiamma viva due minuti da una parte e due minuti dall'altra.
Spegnete il fuoco e servite ancora caldi.

Buonissimi, buon appetito!











Nessun commento:

Posta un commento